la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

mercoledì 4 luglio 2012

Plumcake al cioccolato con farina di riso

Come ormai sapranno tutti i imei lettori, ho abolito i prodotti confezionati dalla mia colazione e quindi cerco sempre di preparare torte, muffin o ciambelle, e quando non riesco si va di pane tostato e marmellata (regalata da mamme e amiche che hanno la pazienza di farle...).
In questi giorni poi, in cui la mia frutta preferita abbonda, una costante della colazione è il frullato, di pesche, albicocche, melone e tutta la frutta "frullabile"; è la cosa più dolce, fresca e energizzante per cominciare la giornata!
Ma ieri era appunto ora di preparare qualcosa, e siccome doveva passare da me la mia amica celiaca a omaggiarmi dei prodotti dell'orto di suo padre, ne ho approfittato per preparare qualcosa che potessi regalare anche a lei.
E così, dopo aver controllato ciascun ingrediente sul prontuario dell'AIC (Associazione Italiana Celiaci), mi sono messa all'opera.

Ingredienti:
250 gr di yogurt naturale,
150 gr di zucchero di canna grezzo,
200 gr di farina di riso
3 uova,
50 gr di cacao amaro in polvere,
1 bustina di lievito,
1 pizzico di sale.

Procedimento:
Mescolare lo yogurt allo zucchero, aggiungere le uova e pian piano la farina di riso, il cacao, il lievito e il sale, continuando a mescolare il tutto con una frusta.
Preriscaldare il forno a 180° e infornare per circa 20 minuti a forno ventilato e 45 a forno statico. Ad ogni modo la prova stuzzicadenti vi aiuterà a capire se è cotto.
Facile, veloce e buonissimo!

Così veloce che ovviamente non mi sono soffermata a fotografare...ormai è ufficiale, le famose ricette "fotografate passo per passo" non le troverete mai sul mio blog!
Però, tanto per rendere l'idea, questo è il pezzo che è rimasto dopo la nostra colazione, visto che poi di amiche ne sono passate due e la condivisione è stata ampliata :)




E la vostra colazione estiva com'è?

10 commenti:

  1. Teglia rettangolare? Teglia rotonda? Teglia per ciambellone? Scusa ma, essendo io mooolto imbranata in cucina, ho bisogno di saperlo per provarlo subito, perchè mi piace un sacco! (a proposito, anche io ho fatto come te per la prima colazione, niente più biscotti o prodotti confezionati di alcun genere).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. teglia da plumcake, ma se non ce l'hai va bene anche una teglia tonda non troppo grande o quella da ciambellone, tanto quel che conta è l'impasto!
      Eh eh, siamo in sintonia sulla colazione, e ti dirò, a me quella roba non manca neanche un po'!

      Elimina
    2. Non lo avrei mai pensato, ma non manca neanche un po' neanche a me!

      Elimina
  2. Questa ricettina molto easy me l'ero persa, ma potrei anche cimentarmici visto che i plumcake qualche volta li ho fatti e non mi vengono male, poi ho comprato qualche mese fà della farina di riso, così per provarla, ma non l'ho ancora utilizzata, e questa potrebbe proprio essere l'occasione giusta.
    Con lo yogurt poi mi sembra una ricetta light.
    Da domani visto che la temperatura dalle mie parti dovrebbe finalmente abbassarsi, mi verrà anche più voglia di accendere il forno...
    Provo poi ti dico.
    Grazie dell'idea, ciao Cri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho iniziato a usarla perchè di solito faccio torte, muffins e plumcake per la colazione e poi ne dispenso pezzi in giro e da quando una mia carissima amica è divetata celiaca mi sono adeguata e faccio spesso cose che può mangiare anche lei.
      La farina di riso è più leggera di quella bianca ma ha un difetto: la morbidezza della torta dura molto meno, dopo qualche giorno è dura come lo sarebbe una torta di farina bianca dopo 4 giorni, quindi quando la fai fanne un dose piccola oppure regalane agli amici ;)

      Elimina
  3. Appena sfornata!!! varianti: farina 00, kefir al posto dello yogurt (a Natale arriveranno i tuoi bei fermentini) e pezzetti di cioccolato fondente in aggiunta al cacao!! a colazione ti farò sapere!! un bacio, Ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma brava! Appoggio alla grande la cioccolata in aggiunta e aspeto con ansia i miei fermentini :)

      Elimina
    2. Ottimo risultato!!! alla dose un pò ridotta di zucchero ho ovviato con un pò di zucchero a velo anche per una bella presentazione!!! molto yogurtosa, sembra proprio yogurt al cacao!!! ora ne voglio fare una versione "bianca" con mirtilli! suggeriscimi... bacioo!!!

      Elimina
    3. Dai me lo fai quando ci vediamo?!?! Con i mirtilli io farei piuttosto dei muffin, se usi la mia ricetta puoi sostituire la ricotta con il kefir. E visto che era un esperimento ti perdono l'uso dello zucchero a velo, soprattutto se era davvero "un po'", però...non si fa!!!
      un bacio a te :)

      Elimina
    4. siiiiiii!!! domani se ho tempo lo faccio!!! :-)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)