la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

martedì 25 febbraio 2014

Terrorista a chi?!

Mi rendo conto che, ogni tanto, questo blog esce dal suo seminato, e per questo credo abbia anche perso qualche follower durante il cammino (e pazienza, non sono una collezionista di follower). Mi riferisco a quando, anzichè di ambiente, di alimentazione, di momenti di felicità, mi scappanno accenni alla situazione socio-politica italiana, che felice non lo è proprio per niente.
Ecco, questo è uno di quei momenti. Perchè è soprattutto dalla manifestazione di sabato scorso che ho questa specie di pensiero latente, nonostante abbia passato un domenica/lunedì pieni di gioia e di calore familiare; e ho una gran rabbia dentro. E ho voglia di parlarne.
Mi fa rabbia pensare che quattro ragazzi siano chiusi in carcere perchè "con le mazze e con le pietre", per dirla alla Pertini che proprio non era un fesso qualunque, stavano difendendo la loro nostra terra dallo scempio dovuto a un progetto a dir poco folle. Un progetto che non serve a nessuno, che è un covo di infiltrazioni mafiose e che rischia l'ennesima devastazione del territorio con probabili conseguenti disastri geologici.
Mi fa ancora più rabbia che siano stati accusati di terrorismo perchè hanno danneggiato un compressore e creato un danno all'immagine al paese. UN DANNO ALL'IMMAGINE!!! Ma i terroristi non erano quelli che mettevano le bombe nelle piazze, sui treni e nei mercati? Non erano quelli che dirottavano aerei contro grattacieli? Non erano quelli che provocavano la morte di centinaia e a volte anche migliaia di persone? No ma dico STIAMO SCHERZANDO?! Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò rischiano 30 anni di carcere! Ma ce la facciamo a dare una scossa a tutti questi cervelli lobotomizzati e renderci conto di cosa sta succedendo? Ma davvero non ce ne frega niente di quello che accade fuori dalle nostre belle mura domestiche imbiancate di fresco? 
E mi tocca anche sentire commenti del tipo "Eh ma la parte francese l'hanno già fatta, manchiamo solo noi, siamo sempre i soliti" oppure "Mah, ormai in mezzo ai cortei NO TAV ci sono infiltrazioni di black bloc e gente che vuol solo far casino". Quanto è più comodo così, vero, caro signore stupido e vigliacco contro cui non ho urlato contro solo perchè non ero nella posizione di farlo? Ma cosa pensi, che i partigiani abbiano fatto domanda in carta da bollo per liberare l'Italia? Che le suffraggette abbiano inoltrato formale richiesta di gentile e magnanima concessione di espressione di voto? Perchè chi ha lottato con altrettanta, anzi decisamente maggiore, violenza sessant'anni fa è considerato un eroe e oggi sono tutti black bloc, casinari e addirittura (e fatico ancora a crederci) terroristi? Perchè ce l'ha detto il telegiornale? O, peggio ancora, perchè nemmeno sappiamo cosa stia succedendo, che "a me queste cose non interessano"?
Lode a coloro che lottano per i propri principi, per la difesa della propria libertà e per quella del proprio popolo (eh già, signore di cui sopra, non ti scomodare che tanto ci pensano loro a lottare per la tua terra e i tuoi diritti), che non si lasciano confondere dalle chiacchiere del Grande fratello, che non si lasciano intimorire dalla brutalità di un manganello che viene in soccorso ad argomentazioni inesistenti. Io, che non sono mai andata a sostenere queste persone in Val di Susa, che non ho fatto più che presenziare a qualche manifestazione a Bologna o non troppo lontano, pubblicare qualche link su facebook e scrivere questo post, mi sento di dire almeno un "grazie" a Chiara, Claudio, Mattia, Niccolò e a coloro che tenacemente, da anni ormai, stanno difendendo una parte d'Italia, e simbolicamente tutto il territorio italiano, dalle grinfie di un manipolo di mafiosi legittimati da uno Stato più mafioso di loro.
E con me, per fortuna, c'è anche qualcuno di un po' più famoso e magari più influente che ha deciso di diffondere l'appello dei familiari di queste persone. Uno fra tutti, Zero Calcare, che è simpatico e divertente ma soprattutto decisamente acuto. Perchè proprio lui? Mah, ho pensato che forse, come si suol dire, se ti faccio un disegnino magari capisci.

mercoledì 19 febbraio 2014

Riduzione rifiuti e uova fresche

Questa non è una notizia proprio recente, ma l'esperimento dura due anni, quindi siamo ben in tempo a trasformare questo segnalibro in un post. 
E a me questa storia che il sindaco ti regala le galline fa quantomeno sorridere!
immagine tratta dal web
 L'esperimento è partito quest'anno a Barsac, piccolo comune francese di poco più di 2000 abitanti, e successivamente intrapreso anche da altri comuni limitrofi. In che consiste l'esperimento? Nel regalare a circa centocinquanta famiglie una coppia di galline. Lo scopo principale di questo singolare dono sta nell'intento di riduzione dei rifiuti organici: pare che una gallina ne consumi circa 150 kg in un anno, per produrre circa 200 uova, oltre a fornire naturalmente concime per l'orto.
A me è parsa un'idea simpatica e originale! Che poi, a pensarci, di originale ha ben poco. In un ecosistema più semplice, come quello di qualche decennio fa o comunque quello rurale, questo non era altro che il naturale ciclo dei rifiuti, o almeno è il naturale ciclo dei rifiuti in campagna: tu dai da mangiare alle galline, le galline danno da mangiare a te e con il loro letame concimano il suolo. E le uova in eccedenza si possono anche vendere al mercato. E, trasposto nel sistema attuale, l'amministrazione comunale risparmia un po' di denaro (pubblico) nello smaltimento dell'organico.
Certo mi rendo conto che sia una soluzione poco "esportabile": quanti di voi avrebbero la possibilità di accettare questo estroso regalo? Io, benché, quando siamo venuti a vivere qua, Fra volesse mettere appunto due galline sul terrazzino della cucina (sì a volte ha delle idee balzane, ma, detto tra noi, in fondo in fondo conta sul fatto che qualcuno gliele cassi...), non credo proprio di poter offrire un ambiente confortevole alle due bestiole. Ma Barsac è un comune essenzialmente agricolo (pare che produca dell'ottimo vino bianco!), quindi credo e spero che i suoi abitanti abbiano accolto con entusiasmo l'iniziativa!

venerdì 14 febbraio 2014

M'illumino di meno anche quest'anno

Non che negli altri 364 giorni, da queste parti, si illumini la casa a festa!! Però è la famosa goccina nell'oceano... Io anche negli altri 364 giorni spengo le luci che non servono, stacco il caricabatterie del telefono quando non lo uso e l'alimentatore del pc quando lo spengo, non tengo i riscaldamenti a palla per andare in giro per casa in maglietta anche a gennaio, non accendo l'aria condizionata ma bevo tante bibite fresche, giro in bici e uso la macchina solo se strettamente necessario, prendo uno o due aerei l'anno (ok sto facendo la furba: non è che le mie finanze mi permettano comunque di prenderne di più...).
Insomma, come si suol dire, CI STO ATTENTA!
Fatelo anche voi, e dite agli altri di farlo, che per ogni spreco di energia si arricchisce una multinazionale che non lo merita e si impoverisce un pianeta che ci serve ricco, possibilmente per qualche millennio ancora...

Ah, e ringraziamo i ragazzi di Caterpillar, che da dieci anni hanno la costanza di portare avanti questa brillante (!) iniziativa!

giovedì 13 febbraio 2014

Ribadiamo che il captcha test...non ci piace tanto

È passato un anno da quando l'Alligatore lanciò il condivisibilissimo appello di togliere questo fastidioso e frustrante test dal modulo commenti dei blog.
Quest'anno si è addirittura superato e ci ha fatto (anzi ci ha fatto fare dai bravi Novanta) persino una canzone! Solo che oggi blogger (o il mio pc) non collabora, quindi anziché il video stesso, vi carico questo antiestetico link al video.
http://bandcamp.com/EmbeddedPlayer/track=1119422593/size=large/bgcol=ffffff/linkcol=0687f5/tracklist=false/artwork=small/transparent=true/

Le ragioni della mia adesione le avevo affidate al post dell'anno scorso, ma ribadire non fa mai male: come dice il saggio, repetita iuvant.

lunedì 10 febbraio 2014

Life is beautiful


 VI PENSO, VI LEGGO QUANDO RIESCO E VI AUGURO UNA SPLENDIDA SETTIMANA

E spero di tornare presto un po' più loquace...


fonte immagine: http://www.mrbrainwash.com/home.html