la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

giovedì 30 giugno 2016

Là dove c'era una svastica...

Non so se vi ci siete imbattuti anche voi in questa notizia, sta girando da qualche giorno. Probabilmente non vi racconto niente di nuovo, ma quando l'ho letta ho pensato subito che meritava un posto nelle good news, forse perchè mi ha ricordato questa vecchia good news, o forse perchè provo sempre grande stima per chi non reagisce alla violenza con la violenza.
Insomma, invece di reagire a una svastica sul muro scrivendoci sotto qualcosa come "nazisti di merda bruciate all'inferno", che sarebbe più o meno la reazione istintiva che verrebbe a me e non solo perchè non sono capace di disegnare, Ibo Omari, questo baldo giovine qui a sinistra, che vive a Berlino, ha trovato decisamente un modo migliore per contrastare questi inni all'odio e alla violenza depositati sui muri della città. Ha pensato (e praticato) bene di trasformare immagini di odio in immagini che ispirino amore, disegni brutti e tristi in disegni buffi e simpatici.



Dopo i suoi primi graffiti "di rimedio", molti colleghi hanno seguito il suo esempio, dando vita a un vero e proprio movimento chiamato Paintback, che per le strade di Berlino trasforma, almeno sui muri, l'odio in amore, le brutture in bellezza.
Ok Ibo Omari non è Ghandi, non ha salvato il mondo e probabilmente nemmeno una delle potenziali vittime di discriminazione, di razzismo, di violenza gratuita, però secondo me ha reso il suddetto mondo un pochino più bello. E soprattutto ha dato esempio del fatto, in qualche modo, che la violenza non si sconfigge con altra violenza. E che sì, non lui ma la bellezza salverà il mondo.

21 commenti:

  1. non ha salvato il mondo ma ha fatto quello che dovremmo fare tutti: reagire evitando di percorrere la strada dell'offesa e del degrado... Bravo lui e brava te, io poi non ne sapevo niente.. !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, è l'atteggiamento che vorrei tenere sempre... ma sono un ariete ascendente ariete, per cui purtroppo non mi riesce spesso.

      Elimina
    2. difficile per tutti, io ci sto provando, egoisticamente anche per evitare il mal di fegato, ma a volte è difficile.. mi rendo conto..

      Elimina
  2. Bello bello, l'ho condiviso su FB e su G+, spero non ti dispiaccia :)

    RispondiElimina
  3. Stupendo, uno di quei gesti piccoli che diventano enormi!
    Emanuela

    RispondiElimina
  4. Trovo questa cosa eccezionale. Rispondere agli idioti con un sorriso e con ironia è la cosa migliore. Pensa ai cretini che hanno disegnato la svastica sul muro come si saranno sentiti vedendo che quel simbolo è stato trasformato in un gattino che guarda dalla finestra, in un buffo gufo azzurro o in un fiore? Io direi ancora più idioti.
    La grandezza sta nell'ironia!
    Un abbraccio
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, dà una certa soddisfazione immaginare la reazione degli autori! Ciao Francesca, un abbraccio a te

      Elimina
  5. Ah, ah, ah, solo a un berlinese poteva venire un'idea così. GENIALE!

    RispondiElimina
  6. Fantastico! Mi piace questa trasformazione!

    RispondiElimina
  7. Sono le piccole cose che, sommate, fanno i grandi cambiamenti... bravo Ibo! :-)

    RispondiElimina
  8. Quoto @Francesca.
    Una risata li seppellirà!

    RispondiElimina
  9. Non è facile, ma proviamo a seppellirli con una risata!

    RispondiElimina
  10. A volte le idee geniali hanno origine da soluzioni semplici come in questo caso. Molto bello, bello!, in barba ai nostalgici del nazismo.
    Abbraccio:-)

    RispondiElimina
  11. Bellissima iniziativa... di queste notizie dovremo fare un passaparola!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)