la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

sabato 22 settembre 2012

L'albero portagioie handmade

Venerdì scorso siamo andati a Roma per il compleanno della mia miglior amica Stefania, quella che non si è mai mossa dal mio cuore da quando avevamo quattro anni.
Si sa che in questo periodo, come si suol dire, non navighiamo nell'oro, ma per la migliore amica si fa questo e altro; così, dopo un'assidua ricerca di treni in offerta, abbiamo fatto i biglietti, però ci siamo detti: "il regalo lo costruiamo!"
E così, pensa e ripensa, valuta e discuti, ci siamo inventati quest'albero a cui appendere bracciali e collane.

A onor del vero, il lavoro materiale è stato quasi tutto di Fra, è lui l'artista di casa, io mi sono limitata a partecipare all'acceso brain storming per arrivare a questa idea e a dipingerlo del colore preferito di Stefy.
Però un riconoscimento me lo si deve, soprattutto da chi mi segue: questa volta ho fotografato (quasi) passo passo! Ma non vi ci abituate :)

L'albero è stato realizzato a costo zero, con tutti materiali che avevamo in casa, nello specifico: carta di quotidiano, scotch-carta (non so se sia il suo nome tecnico, io l'ho sempre chiamato così), fil di ferro, una confezione vuota di nonmiricordocosa in cartone, qualche scampolo di legno e infine colore acrilico.
Abbiamo arrotolato un po' di carta di giornale in modo fitto, l'abbiamo modellata e poi rivestita con lo scotch-carta, come una specie di cartapesta ma senza colla. Ed è venuto fuori il tronco.
 Allo stesso modo si è proceduto per i rami
Per i rametti piccoli abbiamo fatto dei rotolini a parte che abbiamo poi fissato sempre con lo scotch.
Terminato lo scheletro di carta, vi abbiamo arrotolato intorno del fil di ferro, per dargli rinforzo e elasticità e abbiamo nuovamente rivestito il tutto di scotch-carta.
Abbiamo ritagliato ad hoc una prima scatolina, l'abbiamo riempita di rettangoli di legno della stessa larghezza, in modo da renderla pesante e quindi stabile, e vi abbiamo fissato l'albero.
Abbiamo poi inserito questa costruzione in un'altra scatola lievemente più grande, abbiamo rivestito di scotch e fissato il tutto (quando dico "fissato" intendo sempre e solo con lo scotch). In questo modo si è creato un piccolo vano ai piedi dell'albero, che potesse accogliere gli anelli.
Infine abbiamo dipinto!
E abbiamo già ricevuto un'ordinazione per un altro pezzo :)
Auguri mia adorata e insostituibile Ste!!!


14 commenti:

  1. ma che bel regalo... doppiamente gradito,manine sante, braviii!!!stefy

    RispondiElimina
  2. Ma che bravi! Insomma, cara Cri, direi che te la cavi piuttosto bene con i lavoretti creativi. E che bello creare con le proprie mani il regalo per un'amica!
    Ben passata da queste parti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh, cara Paola, in effetti tu "mi hai vista crescere" da questo punto di vista, anche se devo ammettere che se non fosse stato per Fra non so se mi sarebbe riuscito, è lui quello con la buona manualità!
      Un abbraccio

      Elimina
  3. Ma che bella idea!
    Quando parli di scotch carta, ti riferisci a quello che usano i carrozzieri e che si usa talvolta in casa quando si pittura?
    Io ho un alberello simile, non e' un portagioie ma un albero di Pasqua. Confesso di non averlo fatto io, e' un oggetto made in China, mi ha messo allegria quando l'ho visto e cosi' l'ho comprato. Ora ti copio l'idea e mi faccio il portagioielli anche io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è proprio quello che si usa quando si pittura, della dimensione più larga (dimensione tipo scotch da pacchi).
      E allora buon lavoro con il tuo portagioielli :)

      Elimina
  4. Unire le forze (o meglio la creatività e la manualità) ha dato un bellissimo risultato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai centrato il punto, Anna: se non fosse stato un lavoro a quattro mani (e due cervelli) non sarebbe mai nato ;)

      Elimina
  5. Ma che bello!! Ti ho citata per un piccolo premio sul mio blog, così per iniziare la settimana e augurarti che sia bella :)
    http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/2012/09/un-premio-di-inizio-autunno.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara! Ma grazie mille, sì che è un bell'inizio settimana, e anche inizio autunno, che mi mette sempre un po' di malinconia. Non avevo ancora fatto il giro dei blog, sono un po' di fretta, ma vengo a "ritirarlo" il prima possibile!
      Un bacio a te

      Elimina
  6. Bravi! Fare da sé un regalo lo rende ancora più prezioso.
    Niente male!
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! In effetti è piaciuto così tanto che abbiamo avuto "un'ordinazione" da un'altra amica ;)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)