Panni che volano ai tempi del covid-19

Eravamo abituati a "mi è caduta giù una maglietta", "mi è volato di sotto un calzino".
Questo è invece quello che è arrivato qualche giorno fa dal balcone dei vicini di sopra. 
 

Commenti

  1. Purtroppo non riesco a capire cos'è... :o

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Cara Cristiana, siamo arrivati che succede di tutto, e non si può fare nulla.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Non avevo visto la mascherina... Pensavo ti avessero tirato tutti quei vasi :-p

    RispondiElimina
  4. Ecco e poi come si recupera la retina di virus?

    RispondiElimina
  5. riempiremo le nostre città di milioni di guanti (quasi indistruttibili) e mascherine made in china. Forse ci salveremo dal virus, ma non ci salveremo dalla distruzione del pianeta che ci ospita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, gli restituiremo con gli interessi tutto quello che gli abbiamo risparmiato stando fermi due mesi.

      Elimina
  6. E poi con quali precauzioni l'hai presa per buttarla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente non mi sono posta il problema. L'ho presa dall'elastico e mi sono lavata le mani. A parte che i miei vicini di sopra sono tra le persone più ligie e rinchiuse che io conosca :D

      Elimina
  7. Guanti di lattice gettati per terra, mascherine "dimenticate" sull'asfalto... il nuovo business si stra mostrando in tutto il suo splendore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh cara, ti risponderei come nel commento al tuo post al riguardo.

      Elimina
  8. Ecco un altro problema: lo smaltimento corretto di mascherine e sopratutto guanti, in plastica puzzona. E mi chiedo, quanto siano utili. Ho i miei dubbi, ma sembra siano obbligatori. Io cerco di stare distante dalla gente, e da orso-alligatore, mi sento molto bene.
    p.s.
    Bel vicino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh buon per te, io sono un animale pure troppo sociale, e nonostante abbia Fra con me da toccare, baciare, abbracciare, non hai idea di quanto mi manchi il resto del mondo. Poi, sui guanti la penso come te, e forse è anche più "pericolosi" che non averli, visto che ci si sente protetti e quindi si tocca di tutto.
      No bel vicino! L'aveva disinfettata e poi messa ad asciugare, non l'ha lanciata dal balcone :) è proprio per quello che mi sono soffermata a pensare, di solito cadevano tovaglioli, calzini, e ora cadono mascherine..

      Elimina
    2. Sabato ho fatto un giro in bici di 20 km, sulla ciclabile del mio paese e confinante. Purtroppo, in mezzo al verde e sulla ciclabile, tra l'altro molto frequentata, ho visto 3 mascherine e un paio di guanti gettati da maleducati. Questo mi preoccupa molto.

      Elimina
    3. Preoccupa anche me Alli caro.

      Elimina
  9. Quelle che mi preoccupano sono le mascherine e i guanti gettati in terra, a denotare che anche stretti d'assedio, non cambiamo di una virgola.. restiamo gli zozzoni di sempre... aiamo concesso una breve pausa al pianeta.. tra un po' lo risoffocheremo di nuovo.. :(
    Franco Battaglia POSTODIBLOGGO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te, Franco, ho le stesse preoccupazioni.

      Elimina
  10. Venerdì scorso il coniuge è tornato a casa con una bella mascherina a quadretti rosa, stile country, ben confezionata. Per me. "Te la manda Tizio", cliente affezionato che fino a qualche mese fa mi donava penne, quadernini graziosi per gli appunti, piccoli gadget ma ben fatti. Anche questa mascherina è graziosa e ben fatta. Ma il mio primo pensiero è stato esattamente "segno dei nuovi tempi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai colto perfettamente il punto della mia riflessione. Segno dei nuovi tempi, come anche trovarsi a dire "devo andare a casa perchè ho la lezione di yoga"...

      Elimina
  11. Credevo che fossero arrivate le piante grasse,
    una mascherina arancione che vuoi che sia!
    Ci sarebbe da ridire per il colore un po' inusuale per una mascherina
    ma piuttosto che l'anonimo bianco cinese o l'assurrino tuchesello operatorio,
    l'arancione almeno un po' di personalità ce l'ha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi infatti se ne parla come di un vestito, un accessorio... Chi l'avrebbe mai detto! :D

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato a dire la tua :)

Post popolari in questo blog

Torta di mele senza latte e senza uova

Polpettine vegane di quinoa e zucchine

Non buttare le bucce d'arancia