Potere ai bambini

È successo, o almeno così riportava il giornale, che una studentessa sedicenne residente a Imola, avendo sfruttato al massimo i quaderni dell'anno scorso, scrivendo persino sulle copertine, avesse chiesto al padre l'acquisto di quaderni nuovi e magari anche di uno zaino per portarli a scuola insieme ai libri. Per tutta risposta, il padre, alcolista agli arresti domiciliari, ha pensato bene di riempirla di botte. Questa notizia l'hanno letta in tanti. L'ha letta anche Chiara, una bambina di 10 anni che non è riuscita a restare indifferente alla cosa. Io me la vedo Chiara che ha messo in moto il suo bello e lucido cervello da decenne (il cuore è un muscolo involontario si sa, e si era già messo in moto da solo), è andata a contare i pochi soldini che aveva da parte e ha pensato di scrivere al sindaco con la richiesta di farle da tramite per poter far avere i suoi 15 euro alla ragazza, così che potesse acquistare almeno i quaderni nuovi.
 
Ecco, quando stamattina ho letto dell'arresto di Domenico Lucano, il sindaco di Riace, esempio di accoglienza diventato famoso in tutto il mondo, non ho potuto fare a meno di ripensare alla piccola (grande) Chiara. Non ho potuto fare a meno di pensare che abbiamo un governo che sempre meno si vergogna di dimostrarsi fascista, un ministro dell'interno che passa il suo tempo sui social a fomentare odio, seminare paura e denigrare gente per bene, che la feccia italiana forse non è aumentata ma ora si sente autorizzata a portare la sua puzza fuori dalle fogne; ma non ho potuto fare a meno di pensare che la società la fanno le persone, le persone come Domenico Lucano, che vorrei abbracciare forte e a cui vorrei dire tieni duro, hai fatto un lavoro meraviglioso e non sei solo, e le persone come Chiara, che evidentemente non ha la testa piena delle cazzate che spara il suddetto ministro, che ha fatto la cosa più umanamente normale da fare, che nel suo piccolo mi ha riempito il cuore di speranza, mi ha regalato un attimo di serenità.
 
Il cuore puro di una bambina vi seppellirà. Ne sono certa.

Commenti

  1. Cara Cristiana, purtroppo storie come queste succedo troppo spesso.
    Credo che lo stato dovrebbe dare ai scolari i quaderni necessari.
    Ciao e buona giornata co un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Chi di social ferisce (Salvini) di social perirà. Vedrai, è questione di tempo...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah spero morirà di politica seria, di intelligenza altrui, di riattivazione dei cervelli rincoglioniti.

      Elimina
  3. Condivido tutto, ma proprio tutto

    RispondiElimina
  4. Viviamo in un Paese intriso d'odio e ignoranza, sono allibito.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finché tutto quest'odio continuerà ad allibirci non è tutto perduto secondo me. Felice giornata a te

      Elimina
  5. Ci viene spontaneo di dare un grande abbraccio alla bimba. E in quanto al ministro non c'è limite alla sua disumanità. È di ieri la notizia che ha mosso accuse e contestazioni sul sistema di accoglienza e comunica al comune calabrese e al prefetto la decisione di allontanare dal paese tutti gli stranieri ospitati.

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per essere passato a dire la tua :)

Post popolari in questo blog

Torta di mele senza latte e senza uova

Polpettine vegane di quinoa e zucchine

Non buttare le bucce d'arancia