la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

venerdì 15 gennaio 2016

Le entusiasmanti chips di cavolo nero

Siamo appena a metà gennaio ma io e Fra l'abbiamo già decretata la ricetta dell'anno! Addirittura ieri sera, travolto dall'entusiasmo, lui ha detto "Ma come fanno le altre persone a non mangiarle mai?!" Ora ok, Fra è notoriamente un entusiasta, però anche gli amici che avevamo a cena ieri sera hanno apprezzato molto, soprattutto Natalia che è a dieta e a cui non sembrava vero di sgranocchiare "patatine" salutari, e persino il cinquenne Leo, che non è proprio un amante delle cose verdi :)
E che sarà mai 'sta ricetta? In realtà non so dire se ci piace di più perchè è gustosissima o perchè è di una velocità imbarazzante, credo entrambe le cose! Sulla velocità/facilità ditemi voi. Quel che bisogna fare è semplicemente accendere il forno a 150° o ancora meglio sfruttarne il calore se avete cucinato o dovete cucinare altro in forno, visto che per le chips occorrono pochissimi minuti. Nel frattempo lavate e fate asciugare qualche foglia di cavolo nero. Mettete in una ciotola un cucchiaio di olio evo, la buccia grattugiata di mezzo limone ovviamente non trattato, del peperoncino tritato finemente (che nella versione di ieri sera, causa bambino a cena, abbiamo omesso senza peraltro che il gusto ne risentisse molto) e un pizzico di sale. Spezzettate le foglie di cavolo, mettetele nella ciotola e conditele bene. Questa fase richiede rigorosamente l'uso delle nude mani (e infatti mi piace un sacco), affinchè tutte le foglioline siano ben unte. Appoggiatele quindi sulla leccarda del forno e infornate per cinque minuti. E poi sgranocchiate allegramente da soli, in coppia o con un sacco di amici!

E siate pure fieri di voi, che state mangiando uno degli alimenti più ricchi di sostanze nutritive e state regalando al vostro organismo una gran quantità di minerali, di vitamine e di acidi grassi tra cui omega 3 e omega 6.

26 commenti:

  1. poggerò sicuramente la pregiatissima foglia sulla leccarda :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ohi prendi poco in giro tu! Fa ridere anche me la parola, ma mi hanno detto che si dice così.. :D

      Elimina
  2. Noooo! Ho finito il cavolo nero oggi a pranzo (pasta con cavolo nero e tofu, in mancanza dei pinoli che rendevano il tuttO Più "PISESE"!) altrimenti la provavo subito.. visto che in forno c'è il pane e ormai manca poco.. sarà per la prossima infornata, tanto qui il cavolo nero tornerà presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e andateci alla mostra a palazzo Blu, merita!

      Elimina
    2. Infatti, prima di finire di leggere il tuo commento stavo proprio pensando "come possono mancare i pinoli in casa di una pisana?!". Sì spero di riuscirci ad andare alla mostra, che già essermi persa quella di Steve McCarry a Forli mi ha roso abbastanza...

      Elimina
    3. Appena divorato un piatto di chips di cavolo nero! BONEEE! Grazie Cri per la ricetta!

      Elimina
    4. Grande Serena! Grazie a te per la soddisfazione che mi dai :)

      Elimina
  3. Siamo amanti del cavolo nero mas solo nelle minestre. Proveremo senz'altro. E noi abbiamo il nostro olio evo di taggiasche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh allora sarà un sicuro successo!

      Elimina
  4. Buone!!!
    Semplici, veloci e immagino gustosissime! Ottime per l'aperitivo o per uno snack sul divano davanti ad un film :D
    Chissà se vengono bene anche con altri cavoli...
    Proverò, grazie per l'idea :-)
    buon weekend
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io pensavo di provare col kale, il cavolo riccio americano, secondo me si presta! Buon weekend a te Serena cara

      Elimina
    2. Provate adesso, che buone!
      Ci sto facendo pranzo....chips di cavolo nero e frittelle di cavolfiore.....una bontà!
      La scorza di limone ci sta d'incanto!
      Grazie Cri, un abbraccio

      Elimina
    3. Frittelle di cavolfiore! Buone!!! Grazie per la fiducia e per essere venuta a dircelo :)

      Elimina
  5. Io le faccio anche nell'essicatore... anche se ci si perde un po' di più in termini di tempo da attendere perchè siano pronte... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ci si perde in tempo ma ci si guadagna sicuro in sostanze nutritive, visto che essiccate sono praticamente crude!

      Elimina
  6. Tanto semplice quanto buona: la proverò.

    RispondiElimina
  7. Devo farle!!! Da noi il cavolo nero è quasi una religione ma finisce tutto in ribollita e crostoni... Appena lo ricompro faccio le chips!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh non che in ribollita nkn faccia altrettanto egregiamente il suo lavoro! A me il cavolo nero piace davvero tanto! Contenta di vederti da queste parti caro :)

      Elimina
    2. E' sempre un piacere passare da qui!!! ...è il tempo che manca per girare i blog di tutti!!!!

      Elimina
  8. Ma che meraviglia! Ti assicuro che il cavolo nero è un po' la mia bestia... nera, appunto, perché, devo essere sincera, pur essendo salutare, come dicono, ha un sapore che proprio non mi piace. E infatti bollito o in padella, per me sempre poco invitante rimane. Ma la tua ricetta, a prova di cinquenne, sarà sicuramente buonissima, oltre che velocissima. E dunque, se con le prossime Zolle arriverà cavolo nero, la sperimenterò subito. Grazie Cri, sempre perfetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora sì, gliela devi decisamente questa possibilità al povero cavolo nero! E magari è la volfa buona: si sente molto il limone e insieme stanno bene davvero! Grazie a te di esserti affacciata Paola cara :-*

      Elimina
  9. Bellissima idea Cri! non l'avrei davvero mai immaginato che si potessero fare! Le proverò! grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prova prova, non te ne pentirai!

      Elimina
  10. Anch'io lo voglio provare. Credo di non aver mai mangiato del cavolo nero...spero di trovarlo!
    Un abbraccio
    Nou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io lo avevo mai mangiato prima di approdare a Bologna, dalle mie parti non si coltiva. E devo dire che è stata una piacevolissima scoperta!

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)