la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

venerdì 20 dicembre 2013

Il potere dell'empatia


In questo periodo un po' frenetico, frenetico mio malgrado ovviamente, che se fosse per me... Dicevo, in questo periodo, passano addirittura intere giornate senza che io riesca ad accendere il computer, ed è già tanto se mi controllo la mail e riesco ogni tre o quattro giorni a fare un giretto tra i siti e i blog che mi interessano. Gironzolando, mi sono imbattuta in questo video, secondo me dolcissimo e decisamente esplicativo, e visto che non molto tempo fa, da queste parti, si parlava di empatia, lo condivido con voi  e vi auguro un felice weekend.
E a proposito di weekend felice, domani dovrebbe essere la giornata più corta dell'anno, il che vuol dire che dopo "si scollina" e pian piano le giornate ricominceranno lievemente ad allungarsi. Per cui, a maggior ragione, felice weekend a voi (e a me!)!                                                                            

mercoledì 11 dicembre 2013

L'erba cattiva non muore mai

Quando tra gli imbecilli ed i furbi si stabilisce un'alleanza, state bene attenti che il fascismo è alle porte.

L'ha detto Sciascia. E io continuo a pensare a queste parole da un paio di giorni. E in tutta onestà, ho paura.

lunedì 9 dicembre 2013

Strane coppie - Broccoli con le nocciole

Ecco qua la mia ricettina del lunedì, giusto in tempo, veloce che devo andare a dormire! E sì lo so che sono solo le 10 di sera, ma oggi ho lavorato un bel po', da tre giorni finisco di lavorare a mezzanotte e domani la mia giornata di lavoro inizierà alle 9 e finirà, appunto, a mezzanotte, per fortuna divisa tra libreria e bottega equa, con ben due ore di pausa! Che chi mi conosce da un po' lo sa che mi piace non aver da fare per mesi e mesi e poi concentrare due o tre lavori in poco tempo; chi invece mi conosce da meno tempo sappia che quel "mi piace" è ironico...
Una ricetta che ho trovato su "Le ricette dei magnifici 20" di Marco Bianchi, dove ne ho trovate tante semplici, meno semplici, ma tutte interessanti, ne proverò sicuramente altre!
È il classico contorno di broccoli, ma la granella di nocciole gli dà un tocco decisamente speciale!


Ingredienti:
Un broccolo (io ho usato il romano, quello con tante gugliette che ogni volta mi incanto a osservarlo)
nocciole tritate, una decina
uno scalogno,
qualche cucchiaio di salsa di soia,
olio evo.

Procedimento:
Affettate lo scalogno e fatelo stufare in padella con un po' di olio e la salsa di soia. Dopodichè, le cose si diversificano un po' tra la ricetta originale e la mia. Marco Bianchi tuffa in acqua bollente per 5 minuti il broccolo diviso in cimette, io ho saltato questo passaggio mettendo le suddette cimette direttamente in padella: con l'aggiunta di un goccio d'acqua a inizio cottura, a mio avviso si risparmia tempo, gas, lavaggio pentole e soprattutto sostanze nutritive che andrebbero disperse nell'acqua di cottura. Ad ogni modo, qualunque sia la via, ci ritroviamo con tutte queste belle cimette in padella, che ci resteranno qualche minuto se sono già lesse e qualche minuto in più nel secondo caso. Mentre passano questi minuti, anzicchè guardare la padella con impazienza, potreste tritare le nocciole e tostarle in una padellina, cosicchè, appena le cimette saranno tenere, potete spolverarle di granella e servire :)

Come con ogni cosa con cui "vado in fissa", ho cucinato questo piatto già tre volte nel giro di due settimane! È anche perchè i broccoli mi piacciono tanto e perchè le nocciole le metterei ovunque. E poi, ovvio no?, perchè...fa un sacco bene!!
I broccoli, oltre a essere ipocalorici, sono ricchi di sali minerali, soprattutto di calcio, ferro, potassio e fosforo e di vitamine B1, B2, B9 (il prezioso acido folico) e C, di cui sono più ricchi, a parità di peso, persino delle arance, normalmente associate, appunto, alla vitamina C. Contenendo anche una gran quantità di fibre vegetali, sono anche ottimi regolatori intestinali. Grazie alle loro caratteristiche,quindi, i broccoli si rendono molto utili nel rafforzare le difese immunitarie, nel proteggere le vie respiratorie e il tratto gastro-intestinale e nel contrastare la ritenzione idrica. Infine, i broccoli, come tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere (cavoli, broccoli, verze e simili), contengono alcuni composti chimici, detti isotiocianati, in grado di contrastare la crescita di cellule cancerogene e impedirne la divisione e proliferazione.
Riguardo alle nocciole, invece, e di quanto fanno bene, ne avevamo già parlato qui.

Con questa ricetta partecipo al Vegetal Monday della Cucina della Capra...e vi auguro una splendida settimana!





giovedì 5 dicembre 2013

Graffiti di ricette contro il cibo spazzatura

Immagine tratta dal web
Io a questo tizio (o tizia?) gli voglio bene!!! Sì, gli voglio bene anche se non lo conosco! Ditemi se non è un modo originale di fare arte pubblica e allo stesso tempo di manifestare il proprio dissenso dal cibo spazzatura e dalle aziende che lo producono e lo spacciano (sì lo spacciano, perchè di quello che c'è dentro ne sappiamo meno che di cosa ci sia dentro a un grammo di marijuana e perchè la totale assenza di etica e gli interessi economici delle aziende che lo producono non sono da meno di quelli della mafia che gestisce il traffico di droga...).
E gli voglio così bene che gli perdono anche la ricetta degli "spaghetti bolognese", anzi, magari me la segno, visto che a Bologna gli spaghetti bolognese non esistono!

fonte: il fattaccio

lunedì 2 dicembre 2013

Miniburger di bietola per il Vegetal Monday

Mi piace un sacco essere invitata a mangiare dal mio amico Davide, perchè è una persona che in cucina sperimenta, che continua costantemente a imparare, che usa spesso ingredienti inconsueti e soprattutto che ha una gran fantasia e il potere di mettere insieme avanzi vari, che parrebbero non aver niente da dirsi, e trasformarli in piatti prelibati! Uno di questi, per me, erano dei burgerini verdi, fatti fondamentalmente di avanzi di vari tipi di erbette (avanzi del ripieno dei fantastici crescioni che, da buon romagnolo, aveva cucinato la sera precedente), a cui aveva aggiunto uovo e spezie credo, e che aveva passato in padella: beh, sono state l'ispirazione per quello che ormai è diventato il mio cavallo di battaglia di quest'inverno! 

non è un burger gigante: è il piatto che è un piattino da caffè ;)
Ingredienti per una decina di miniburger:
1/2 kg di bietola (o avanzi di verdure varie),
2 carote piccole o una grande,
farina di ceci, forse una cinquantina di grammi,
sale e spezie,
olio evo

Procedimento:
Nel caso non si debba smaltire della verdura già cotta, appunto avanzata, cuocere la bietola al vapore o, se è di quella tenera "da taglio", direttamente in padella con aglio e un filo d'olio. Sminuzzarla (io lo faccio con le forbici), strizzarla e metterla in una terrina. Aggiungervi le carote grattuggiate e poi la farina di ceci iniziando a impastare con le mani. Aggiungere farina finchè l'impasto diventa sufficientemente sodo da poter essere trasformato in palline della grandezza di un'albicocca e schiacciarle leggermente. Ungere il fondo di una padella con un po' d'olio, adagiarvi i miniburger, rosolare qualche minuto da un lato e dall'altro affinchè si rapprendano e riporle su un piatto coperto di carta assorbente. Non fatevi ingannare se l'impasto risulta sempre troppo morbido: si assesterà col calore della cottura.
Non contenendo glutine, è una ricetta adatta anche ai celiaci e comunque molto salutare per tutti, contenendo la bietola, come le verdure della sua stessa famiglia, una gran quantità di sali minerali e vitamine A e C. Altro componente importante di questa verdura è l'acido ossalico, alleato, come si può intuire, delle ossa. Attenzione però se dovete seguire una dieta iposodica: la bietola è ipocalorica e povera di grassi ma ricca di sodio.

Avrei voluto mostrarvi tutti i miniburger che avevo fatto ieri, ma mi sono ricordata di fotografare solo prima che sparisse l'ultimo...

Con questa ricetta, come preannunciato nel post precedente, partecipo al 100% Vegetal Monday della Cucina della Capra


                                      100% veg monday logo 

Buon ultimo mese dell'anno e felice settimana a voi!