Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2013

La raccolta differenziata in Germania

"All'inizio degli anni novanta la Germania ha deciso di affrontare il problema del riciclo introducendo la raccolta differenziata dei rifiuti al livello dei consumatori. Le bottiglie con cauzione vengono restituite al negozio. Il vetro senza deposito viene diviso per colore (trasparente, scuro e verde) e messo in raccoglitori pubblici collocati in ogni quartiere - ma non a tarda notte o di mattina presto per evitare il rumore. Bidoni verdi e blu vengono distribuiti a domicilio per la carta e il cartone. Bidoni marroni sono per i rifiuti "organici" - "biodegradabili negli Stati Uniti. Bidoni gialli o buste sono per gli imballaggi e hanno come logo un punto verde e comprendono la plastica, ma anche l'alluminio e le lattine. I bidoni grigi sono per altre cose come i mozziconi, i pannolini e le vecchie padelle. Il contenuto dei bidoni grigi viene bruciato dopo aver rimosso i metalli. I tedeschi vengono tassati solo per il peso dei rifiuti che mettono nei bidoni…

Seguimi qui seguimi là

Non mi è mai piaciuta la grafica del banner di bloglovin, quindi non mi è mai passato per la testa di iscrivermi, ma, come si dice, solo gli idioti non cambiano mai idea!


Follow my blog with Bloglovin

W l'estate!

Immagine
Pensavate che potesse mai passare inosservata la data odierna su questo blog?

Eh sì che vi sto abituando a leggermi con ritmi di una volta ogni 5 o 6 giorni (torno, torno, abbiate fede che torno!), ma se non è un momento di felicità da riportare qui il giorno del solstizio d'estate, allora quale lo è?!

Buona estate ovunque voi siate e qualunque cosa stiate facendo e pensando, perchè ovunque voi siate e qualunque cosa voi stiate facendo...in estate è meglio!

E per chi si fosse perso gli approfondimenti di un anno fa intorno al sole, eccoli qua!

Eyvallah - Grazie Istambul

Immagine
Sto avendo una corrispondenza abbastanza fitta con un'amica, anzi, diciamoci la verità, era piuttosto una conoscente che un'amica, di quelle persone con cui passi insieme due giorni e senti un feeling che ti spinge a restare in contatto, e non ci siamo mai scritte tanto come nelle ultime settimane. E a onor di onestà ha iniziato lei, chiedendoci sostegno emotivo, informandoci nel dubbio che i nostri media non riportassero le cose che stanno succedendo (strana supposizione...). Ah dimenticavo, Esra è di Istambul.
Nell'ultima mail mi ha mandato questo video.
Dice che è diventata la colonna sonora della protesta, e ne capisco il motivo. Anche perchè Esra, gentilmente, me l'ha tradotta in inglese, e io dall'inglese ve la riporto in italiano. E l'ho fatto praticamente alla lettera, quindi scusate se risulta poco poetica, non sono una traduttrce, ma quello che importa è il contenuto.

GRAZIE

Al vostro spray urticante e al vostro gas
Al vostro randello e al vostro mang…

Buycottiamo!

Io non ho uno smartphone, è già tanto che io abbia un telefono touchscreen, e finchè funziona, non ho nessuna fretta di poter controllare sempre in tempo reale la mail, di poter "uozzappare" invece di mandare sms (ho tanti di quegli sms da consumare ogni mese per pochi euro che non riesco mai a finirli), di poter usare "line" per le chiamate (stesso discorso degli sms). Insomma non butto e sostiutisco gli oggetti se non me ne danno motivo, e un telefono è sempre un telefono, che ti faccia o meno il caffè. Ma non per questo demonizzo i cellulari di nuova generazione. O forse un po' sì. In realtà forse demonizzo solo tutti quei giochini del piffero e solo per un motivo: avete notato quante persone si fanno interi viaggi in treno giocando al telefonino? Beh, magari fino a ieri si sarebbero portate un libro per farsi passare il viaggio, o avrebbero comprato il giornale in stazione. Ecco, credo che le persone leggano ancora meno perchè ora possono farsi passare un v…

Semplice e veloce: Riso integrale con le fave

In questi giorni, io e il web designer siamo entrambi "sotto consegna", ossia con scadenze di consegna dei rispettivi lavori alle calcagna. Si sta entrambi con la testa china sul pc, poi a un certo punto uno dei due viene riportato al mondo reale dalla fame, alza la testa e chiede: "Ma noi che mangiamo?" Sicuramente qualcosa di veloce!
Vi ricordate quando parlavamo del riso integrale e del fatto che avesse una cottura lunga? Beh, oggi in 20 minuti abbiamo preparato un risottino coi fiocchi! Semplice eh, anzi, semplicissimo, così semplice che mi chiedevo se non fosse ridicolo pubblicarne la ricetta...poi mi sono risposta che la pubblico proprio perchè in quanto semplice, veloce e buona vi può tornare più utile di tanti manicaretti complicati!

Ingredienti:
fave fresche sgusciate (saranno state un paio d'etti...figuratevi se con la fretta che c'era pesavo le fave!),
180 gr di riso integrale,
un cipollotto,
qualche foglia di basilico,
una presa di sale o, megli…